Verdi nostro contemporaneo
usica
erformance
 
Ridotto del Teatro Valli

Credito Italiano Verdi

un progetto di Francesco La Licata e Francesco Carluccio - replica

regia Gianluca Cheli
drammaturgia Alessandro Cafiso, Gianluca Cheli
sound designer Riccardo Castagnola
direttori d'orchestra Anahi Dworniczak, Francesco La Licata
con gli artisti dell'ensemble Zerocrediti (16 strumentisti, 7 cantanti, elettronica, 6 compositori-trascrittori)
a cura di Zerocrediti, nel Bicentenario Verdiano
Zerocrediti è un progetto formativo del Conservatorio Martini di Bologna

Credito Italiano Verdi è parabola di collegamento tra la grande tradizione popolare legata a Verdi e la creatività performativa del XXI secolo. Il nucleo di partenza del lavoro è la dimensione quotidiana di Verdi, la sua fortissima volontà di scrivere un teatro di vita, fatto di odori, rumori, agitazioni e passioni. Questo teatro è come un piatto di spaghetti al pomodoro: incredibilmente semplice ma impossibile da preparare seguendo una ricetta. Occorre il genio artistico. Zerocrediti recupera il genio artistico di Verdi cercando di applicare le sue istanze produttive alla musica contemporanea, spesso terribilmente lontana dal pubblico.
Lo spettacolo, in un preludio e tre parti (La festa - Il Confronto - La Burla), si snoda fra sale e spazi del Ridotto, anche con situazioni simultanee, mentre il pubblico s'aggira in libera esplorazione.