Teatro Ariosto
domenica 31 ottobre 2010, ore 20,30

WILLIAM PARKER

Raining on the Moon

William Parker, contrabbasso
Leena Conquest, voce
Eri Yamamoto, pianoforte
Rob Brown, sax
Lewis Barnes, tromba
Hamid Drake, batteria

CANZONI FREE, NEROAMERICANE, POLITICHE ED ECOLOGISTE: DALL’INVETTIVA ALLA SOSPENSIONE LIRICA

William Parker giganteggia nel panorama della musica improvvisata di oggi non solo come contrabbassista, band-leader e compositore. Predicatore, teorico e storico, catalizzatore di talenti ed energie, egli è responsabile in gran parte della rinascita del black free di area newyorchese.
Il progetto “Raining on the Moon” viaggia in sestetto, sul nucleo a quattro della consueta e collaudatissima formazione di Parker (Brown, Barnes, Drake) con l’aggiunta di Eri Yamamoto e di Leena Conquest. Si tratta di canzoni, di cui Parker ha scritto anche i testi, che toccano temi di carattere socio-politico con puntate nell’ecologismo: dal genocidio in Rwanda, alle invettive contro lo schiavismo, all’inno bucolico; un mix di rivendicazioni e sospensioni liriche rappresentativo del sentire neroamericano.
Leena Conquest occupa il centro della scena, come in altri storici sodalizi (Max Roach e Abbey Lincoln, June Tyson e Sun Ra, Fontella Bass e l’Art Ensemble, Jeanne Lee e Archie Shepp), a proseguire cioè una tradizione free nella quale le voci femminili hanno sempre giocato un ruolo determinante nel farsi carico di veicolare parole pesanti e dense di significati.