Teatro Cavallerizza
sabato 5 ottobre 2019, ore 20.30

Songbook

by Tovel (aka Matteo Franceschini)

per quartetto rock, ensemble amplificato ed elettronica

Bruno Helstroffer chitarra elettrica e acustica, tiorba
Antonio Siringo pianoforte, tastiere
Matteo Franceschini live electronics, basso elettrico
Stefano Pisetta batteria, percussioni

Icarus e Cantus Ensemble
Giovanni Mareggini flauto, ottavino - Orfeo Manfredi oboe, corno inglese - Mirco Ghirardini clarinetto, clarinetto basso - Fabio Codeluppi tromba - Cristiano Boschesi trombone
Eleonora Hil violino I - Joško Stojanov violino II - Marta Balenovic viola - Adam Chelfi violoncello


Francesco Bossaglia direttore

ingegnere del suono Roberto Mandia - luci Mariano De Tassis
coproduzione La Biennale di Venezia; Fondazione I Teatri, Festival Aperto
 
Songbook è una nuova composizione a serata intera di Matteo Franceschini, Leone d’Argento alla Biennale Musica 2019. Attraverso l’accostamento di un ensemble di archi e fiati, un quartetto rock (nella classica formazione chitarra, tastiere, basso, batteria) e il live electronics, il lavoro rappresenta l’approccio sincretico del giovane compositore, che si muove fra le più avanzate tecniche di pianificazione scritta e le prassi rock orientate a una ricerca sonora che avviene nell’atto stesso del suonare. Franceschini dimostra in tal modo una rara capacità di coniugare complessità e comunicazione, nonché, partecipando in prima persona al gruppo di interpreti, di oltrepassare il ruolo tradizionalmente confinato del compositore.

“La scelta di organici atipici rappresenta uno dei principali motori estetici della mia musica: la necessità di accostare linguaggi di matrice diversa seguendo le regole della coesione e del contrasto. Aprendo il campo d’indagine a influenze diverse, lavoro costantemente, per riprendere un’espressione di Roland Barthes, a ‘illimitare il linguaggio’, abbracciando linee e caratteri considerati a volte antitetici, perché l’intento è integrarli in una poetica personale. [...]” (M.F.)