Sala degli Specchi del Teatro Valli

QUARTETTO MIRUS


L. van Beethoven, Quartetto in fa minore op. 95 “Serioso”
L. van Beethoven, Grande Fuga in si bemolle maggiore op. 133
F. Mendelssohn-Bartholdy, Quartetto in la maggiore n. 2 op. 13



Federica Vignoni, Massimiliano Canneto violini
Sara Marzadori viola
Marco Dell'Acqua violoncello

Costituitosi nel settembre 2008 per volore di Italo Gomez, già direttore dell'organizzazione artistica del Teatro alla Scala di Milano e poi direttore artistico del Teatro La Fenice di Venezia, il Quartetto Mirus nasce all'interno del progetto SIXE (Suono Italiano per l'Europa) promosso dalla Federazione Cemat.
Hanno effettuato il loro debutto al Bologna Festival 2009, riscontrando un grande successo di pubblico e di critica ("Formazione capace di imporsi per controllo e maturità", Corriere della Sera).
Premiati al Concorso Internazionale Guido Papini, si sono perfezionati sotto la guida di B. Giuranna presso l'Accademia W. Stauffer. Hanno preso parte al Festival Internazionale del Quartetto d'Archi a Reggio Emilia 2010, esibendosi e partecipando alla masterclass del Quartetto Kuss e sono risultati vincitori del concorso "Rec and Play" 2010 indetto dal CIDIM. Si sono perfezionati presso l'Hochschule fur Musik Basel, nella classe di W. Levin e O. Wille (Kuss Quartet).
Hanno partecipato all'Accademia Europea del Quartetto 2011, seguendo le masterclass di A. Nannoni, C. Giovaninetti (Q. Ysaye), C. Schuster (Trio Altenberg), J. Meissl (Q. Artis), e al Festival Viana (Viana do Castelo, Portogallo), partecipando alle masterclass del Quartetto Kuss e del Quartetto Endellion.
Il loro repertorio predilige le opere legate alla corrente "Sturm und Drang", periodo fondamentale nel passaggio dal Classicismo al Romanticismo, e spazi a da Haydn a Maderna. Quartetto n. 3 di Diego Conti.
A loro è stato dedicato il Quartetto n. 3 di Diego Conti.