Teatro Ariosto
Lunedì 27 gennaio 2020 ore 20,30
Martedì 28 gennaio 2020
ore 9,00 e 11,00 (riservato alle scuole)

Hans

liberamente tratto da L’amico ritrovato di Fred Uhlman

Con Domenico Ammendola, Filippo Bedeschi, Carolina Migli Bateson, Luca Cerri
Regia Gabriele Tesauri
Scene e costumi Francesca Tagliavini
Assistente alla regia Valentina Donatti
Movimenti di scena Cinzia Pietribiasi
Registrazioni DVA Studio
Organizzazione Carlotta Ghizzoni, Giulia Guerzoni

Produzione NoveTeatro

 
Nelle settimane precedenti lo spettacolo sarà attivato un laboratorio di 4 ore di lettura espressiva per un massimo di 25 studenti. I partecipanti al laboratrio interpreteranno, in occasione dello spettacolo, la classe del liceo in cui studiarono Hans e Konradin
 
Hans narra dell’amicizia, nata sui banchi di scuola, tra due ragazzi completamente diversi per estrazione sociale e carattere. Hans ha origini ebree e Konradin proviene da una nobile famiglia tedesca. Il racconto è ambientato a Stoccarda, durante gli anni dell’ascesa del Nazismo. Tra i due ragazzi nasce un’amicizia profonda, sincera, e a legarli inizialmente sono due passioni che li accomunano: la lettura e la collezione di monete greche. Quello che sembra essere un legame saldo, duraturo, infrangibile, viene però messo a dura prova dalla storia. 
Hitler, infatti, sale al potere e Konradin, che proviene da una famiglia filo nazista, si trova costretto a scegliere…
Dopo molti anni dalla fine della guerra ad Hans arriva una lettera proveniente dal liceo che aveva frequentato, in cui c’è la richiesta di un contributo economico per la costruzione di un monumento agli studenti caduti durante la seconda guerra mondiale. Il passato ritorna con una sorpresa finale.