Teatro Ariosto
Venerdì 21 febbraio 2020, ore 20.30

Cristiana Morganti

Creazione (titolo in definizione)

regia e coreografia Cristiana Morganti
interpreti Maria Giovanna delle Donne, Anna Fingerhuth, Justine Lebas, Antonio Montanile, Damiaan Veens
collaborazione artistica Kenji Takagi
disegno luci Jacopo Pantani
assistente di prova Anna Wehsarg
editing musiche Bernd Kirhhoefer
direttore tecnico Simone Mancini

produzione Il Funaro – Pistoia in coproduzione con Fondazione Campania dei Festival, Fondazione Teatro Piemonte Europa, Teatro Metastasio Stabile della Toscana, Associazione Teatrale Pistoiese, Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni e Ma Scène Nationale – Pays De Montbeliard


Nei miei spettacoli l’aspetto autobiografico è sempre stato un elemento costante, una sorta di filo rosso che unisce gli interpreti e li pone in relazione diretta e profonda con il pubblico.
In questo nuovo progetto lavorerò con interpreti di nazionalità diverse e provenienti da esperienze professionali eterogenee. Danzatori complici e disponibili ad interrogarsi e ad avventurarsi con me in zone sconosciute, il cui punto di partenza sono le idee, le suggestioni, le immagini, le associazioni e soprattutto il mio vissuto e quello dei miei interpreti.
Giocare con il dentro e il fuori, confondere realtà e finzione, in maniera a volte ironica a volte poetica, sono caratteristiche importanti nel mio lavoro coreografico. L’ironia è in effetti la cifra stilistica che mi caratterizza, è il mio modo di vedere, ed è sempre presente nel processo creativo, che è essenzialmente un processo di ricerca.
La mia intenzione è di riuscire a tradurre momenti di verità e delicati stati d’animo in una danza piena di energia, in una teatralità ricca di umorismo e poesia.
Cristiana Morganti