Teatro Municipale Valli

Compagnia Aterballetto

Canto per Orfeo

Fondazione Nazionale della Danza
Compagnia Aterballetto
direttore artistico Cristina Bozzolini
Canto per Orfeo
prima italiana

Coreografia Mauro Bigonzetti

Musica originale Antongiulio Galeandro, Cristina Vetrone
con la collaborazione di Lorella Monti *
Elementi scenici Mauro Bigonzetti e Carlo Cerri
Video e luci Carlo Cerri
Costumi Kristopher Millar & Lois Swandale
Tutte le musiche saranno eseguite dal vivo da Kitarodia
(Antongiulio Galeandro, Cristina Vetrone e Lorella Monti)

Realizzazione video OOOPStudio

Realizzazione costumi Sartoria Aterballetto
Giuseppina Carbosiero, Nuvia Valestri

* eccetto "Marinaresca" di R. De Simone (Edizioni: Universal Music Publishing Ricordi Srl)

In Co-produzione Fondazione Nazionale della Danza, Stimmen Festival 2012 Lörrach (D)


È dedicata a Orfeo la più recente creazione di Mauro Bigonzetti per Aterballetto.
Del complesso mito del divino cantore il coreografo romano sceglie di concentrarsi sulla storia d'amore con Euridice, che diventa per lui spunto per evocare il tema della passione amorosa, della perdita e della sublimazione del dolore: e lo fa immaginando la vicenda in un'ambientazione metropolitana e senza tempo – caratterizzata da una serie di bidoni di latta che fungono da scena e da proiezioni video di Carlo Cerri che rimandano allo scorrere del tempo che inquina e cancella la memoria- mentre la partitura  originale per canto e fisarmonica del gruppo di musica etnica e sperimentale Kitarodia contribuisce ad aumentare ancora di più l'idea di sospensione temporale grazie al profumo arcaico del canto di Cristina Vetrone e Lorella Monti.
L'amore per Euridice, il lutto, la discesa agli Inferi per riconquistare l'amata e la sua definitiva perdita, elementi fondanti del mito antico, diventano per Bigonzetti metafora dell'elaborazione della sofferenza e dell'accettazione del distacco che rappresenta per l'essere umano una delle prove più ardue. Il suo Orfeo si misura con il dramma umano e con il mistero dell'arte che riesce a sublimare l'esperienza del dolore individuale facendone materia universale.
Diviso in due atti  Canto per Orfeo si sviluppa in un serrato gioco coreografico e teatrale in cui la danza fisica e atletica dell'autore romano trova nuove soluzioni compositive per esprimere la passione, il travaglio, la speranza dei due protagonisti, cui fa da coro – come nell'antica tragedia greca – un ensemble che cadenza inesorabile i momenti salienti della vicenda, amplificando le emozioni dei due o contrapponendosi ad esse in un gioco di rimandi ed echi coreograficamente di sicuro impatto spettacolare.



Mauro Bigonzetti, entra a far parte di Aterballetto nell’82-83, come danzatore, sotto la direzione artistica di Amedeo Amodio. Nel 1990 crea il suo primo balletto Sei in movimento. Nella stagione 92-93 diventa coreografo free lance collaborando con il Balletto di Toscana, English National Ballet Londra, Opera di Parigi, Ballet National Marsiglia, Stuttgarter Ballett, Deutsche Oper Berlino, Staatsoper Dresda, Ballet Teatro Argentino, Balè da Cidade de Sao Paulo (Brasile), Ballet Gulbenkian Lisbona, New York City Ballet, Staatsballett Berlin, Alvin Ailey American Dance Theater, Ballett Basel, State Ballet di Ankara, Ballet du Capitole Toulouse, Balletto Teatro alla Scala di Milano, Opera di Roma, Arena di Verona e Teatro San Carlo di Napoli. Dal 1997 al 2007 è Direttore Artistico della Compagnia Aterballetto per la quale costruisce un nuovo repertorio ed una nuova compagnia. Dal 2008 diventa coreografo principale della Compagnia lasciando la direzione artistica a Cristina Bozzolini.