Teatro Municipale Valli
Sabato 24 ottobre 2020, ore 20.30

Shaloma Locomotiva Orchestra | 43 + 1

prima assoluta

Mirco Mariani voce, pianoforte preparato, chitarra noise  
Francesco Bianconi voce - Mauro Ermanno Giovanardi voce - Gilda voce 
Paolo Fresu tromba, flicorno, elettronica - Peter Pichler trautonium - Luigi Savino GRP sintetizzatore modulare A4, Elka synthex - Massimo Simonini theremin preparato 
Mirko ‘Marcello’ Monduzzi chitarra elettrica, mellotron - Alfredo Nuti chitarra elettrica, chitarra synth, Arturia Matrixbrute - Diego Sapignoli batteria, percussioni 

Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini + La Toscanini NEXT  
Roberto Molinelli
direttore  

musiche di Mirco Mariani
arrangiamenti per orchestra di Domenico Caliri

progetto commissionato da AngelicA - coproduzione AngelicA Festival Internazionale di Musica, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia / Festival Aperto, Fondazione Arturo Toscanini - con il sostegno di Regione Emilia-Romagna - Assessorato alla Cultura
 
Il Festival Aperto (Reggio Emilia) e AngelicA (Bologna) coproducono questo nuovo, ambizioso progetto dedicato alle canzoni e alla musica di Mirco Mariani.
Dal 2014 AngelicA ha prodotto e commissionato al musicista e compositore, poliedrico sperimentatore della forma-canzone (Saluti da Saturno, eXtraLiscio, FWORA Jorgensen), progetti speciali di variazione, estensione e nuovi arrangiamenti del repertorio delle formazioni da lui fondate.
Con Shaloma Locomotiva Orchestra 43+1, per la prima volta una selezione di canzoni tratte da tutte le sue produzioni saranno eseguite insieme a un’orchestra di 32 elementi, che si affiancherà ad alcuni collaboratori abituali di Mariani e a un ricco parterre di ospiti nazionali e internazionali: tra cui i cantanti Francesco Bianconi (Baustelle) e Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus), la tromba/flicorno più elettronica di Paolo Fresu e il virtuoso di trautonium Peter Pichler. Canzoni scomposte (e ricomposte) per 43+1 musicisti. Un incontro-scontro tra la classicità dell’orchestra e il suono impalpabile di strumenti fuori dall’ordinario. Arrangiatore ospite per la compagine orchestrale sarà Domenico Caliri (Specchio Ensemble, Camera Lirica), già direttore musicale di importanti progetti di AngelicA con John Oswald e Fred Frith.
Insomma, il Festival Aperto e AngelicA, insieme, sono riusciti a dare forma a un “sogno”, dopo tutto una “visione” di quale mondo fa parte?