Quartetto Berlin-Tokyo




Tsuyoshi Moriya, violino
Dimitri Pavlov, violino
Kevin Treiber, viola
Ruiko Matsumoto, violoncello
 
Il Quartetto Berlin-Tokyo è nato a Berlino nel 2011 e dopo pochi mesi celebrava già il suo primo successo alla International Music Competition di Monaco 2012 dell'emittente tedesca ARD, ricevendo il premio Jeunesses Musicales Germany.
Nel 2013 si è classificato 2° al Concorso Internazionale Salieri-Zinetti di Verona, oltre a ricevere il Premio del pubblico, seguito dal 2° posto ottenuto alla Young Concert Artists Audition di New York nel 2014. Nello stesso anno e in quelli successivi, l'ensemble si è poi aggiudicata una lunga serie di riconoscimenti: 1° premio e Premio del pubblico alla International String Quartet Competition di Orlando, 3° posto al prestigioso concorso di Graz Franz Schubert und die Musik der Moderne, 2° posto e premio Best Interpretation of Carl Nielsen alla Carl Nielsen International Chamber Music Competition di Copenaghen, 3° posto alla International JOSEPH JOACHIM Chamber Music Competition. Recentemente il quartetto ha vinto il premio speciale Prix Irène Steels-Wilsing della VIII edizione del concorso per quartetti d'archi Quatuors à Bordeaux (Francia).
Anche nel corso della sua carriera accademica il Quartetto Berlin-Tokyo ha ricevuto varie borse di studio da istituzioni come la Matsuo Academic Foundation di Tokyo e la Fondazione Ottilie Selbach Redslob. Nell'ottobre del 2014, ha ottenuto anche una borsa di studio da parte della Fondazione Irene Steels-Wilsing e nel 2015 è stato nominato Lauréat HSBC del Festival di Aix-en-Provence (Francia).
I membri del Quartetto Berlin-Tokyo sono attualmente allievi di Oliver Wille (Kuss Quartet) presso la Hochschule für Musik, Theater und Medien di Hannover. Fonte di ispirazione musicale per questa ensemble sono David Alberman, András Keller, Eberhard Feltz, Gerhard Schulz, Hartmut Rohde, Jean-Guihen Queyras, Heime Müller, nonché i quartetti Artemis e Arditti.
Il nome "Berlin-Tokyo" nacque in occasione dell'invito al Takefu International Music Festival su suggerimento di Toshio Hosokawa. Ma il nome è ben più che un semplice riferimento a due metropoli: simboleggia piuttosto un percorso che si snoda tra esse ed è proprio su questo aspetto che i giovani artisti dell'ensemble si concentrano. Non è un caso dunque che si sentano particolarmente legati alla musica di Béla Bartók e al suo tentativo di coniugare Oriente e Occidente.
Il Quartetto Berlin-Tokyo si è esibito in svariate location concertistiche di rilievo nazionale e internazionale, dalla Laeiszhalle di Amburgo, alla Philarmonie di Berlino e la Concertgebouw di Amsterdam, oltre a noti festival (Hitzacker Festival, Festival della musica da camera di Oslo, Takefu International Music Festival e Heidelberger Frühling).
E per i prossimi tre anni l'agenda di questi giovani musicisti prevede già sei concerti alla nuova sala Rokkatei di Sapporo.
 
Ultimo aggiornamento: 10/05/17