Teatro Municipale Valli
Mercoledì 7 gennaio 2004, ore 19.00

ORCHESTRA DELL'ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA

Daniele Gatti direttore - Anat Efraty soprano

Alban Berg, 3 frammenti dal Wozzeck
Gustav Mahler, Adagio dalla 10° sinfonia
Richard Wagner, Incantesino del venerdi santo dal Parsifal
Alban Berg: Lulu Suite
 
L'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia è stata la prima in Italia a dedicarsi esclusivamente al repertorio sinfonico, promovendo prime esecuzioni di importanti capolavori del Novecento.
Dai primi del '900 a oggi l'Orchestra ha tenuto circa 14.000 concerti collaborando con i maggiori musicisti del secolo: è stata diretta, tra gli altri, da Mahler, Debussy, Strauss, Stravinsky, Hindemith, Toscanini, Furtwängler, De Sabata e Karajan.
I suoi direttori stabili sono stati Bernardino Molinari, Franco Ferrara, Fernando Previtali, Igor Markevitch, Thomas Schippers, Giuseppe Sinopoli, Daniele Gatti e, attualmente, Myung-Whun Chung.
Dal 1983 al 1990 Leonard Bernstein ne è stato il Presidente Onorario. Dal 1908 al 1936 le stagioni concertistiche dell'Accademia hanno avuto luogo all'Augusteo, il grande teatro costruito sulle rovine del mausoleo dell'imperatore Augusto. Dal 1958 sede ufficiale dei Concerti dell'istituzione è stato l'Auditorio Pio XII di Roma fino al definitivo trasferimento, nel febbraio 2003, nell'Auditorium Parco della Musica, progettato da Renzo Piano.
Durante le tradizionali stagioni concertistiche l'Orchestra, spesso coadiuvata dal Coro, affronta le grandi opere sinfonico-corali con un repertorio che spazia dal Settecento ai nostri giorni. Le compagini ceciliane sono inoltre regolarmente invitate dalle più prestigiose istituzioni musicali del mondo.
Fra i più prestigiosi impegni dell'Orchestra sono da menzionare le presenze al Festival delle Notti Bianche di San Pietroburgo e alle manifestazioni per i 100 anni dei Proms [prima orchestra italiana ospite del prestigioso festival londinese].
Con Myung-Whun Chung l'Orchestra ha tenuto concerti in Spagna, Portogallo e Belgio; nel novembre 1999 ha raccolto un trionfale successo alla Royal Festival Hall di Londra e ha svolto numerose tournée in Estremo Oriente [1997; 1998; 2000, 2001].
Oltre agli appuntamenti annuali con i più importanti festival musicali italiani [da Settembre Musica di Torino, alla Settimana Musicale Senese, alla Sagra Malatestiana di Rimini], nel 2001 l'Accademia ha accresciuto notevolmente il proprio prestigio internazionale grazie al successo ottenuto alla Philharmonie di Berlino - prima orchestra italiana ospite della storica sede dei Berliner Philharmoniker - all'Istanbul Music Festival, al Festival di Santander in Spagna e alla lunga tournée in Giappone nell'ambito delle manifestazioni di "Italia in Giappone".
L'attività discografica è stata in questi ultimi anni molto intensa: tra le numerose incisioni realizzate per le maggiori case discografiche segnaliamo una serie di cd, diretti da Chung per la Deutsche Grammophon, dedicati alla musica sacra in occasione dell'anno giubilare; ricordiamo un cd con i Requiem di Fauré e Duruflé che ha ottenuto il prestigioso Diapason d'Or; un cd dedicato ai Te Deum di Charpentier, Mozart e Pärt; uno dedicato alla musica sacra di Giuseppe Verdi, con Carmela Remigio, e la Misa Tango di Bacalov che ha ottenuto la nomination per il Grammy Award. L'ultima incisione, sempre con Chung e per la DGG, è una raccolta di Sinfonie d'opera italiane.