Sala degli Specchi del Teatro Valli
Domenica 10 marzo 2019, ore 11.00

La forma delle cose. L’alfabeto della geometria

di Marco Andreatta
con l’autore dialoga Angelo Guerraggio

Orientarsi nello spazio, percepire un oggetto attraverso la sua forma, minimizzare gli spostamenti, queste e tante altre abilità geometriche caratterizzano la nostra quotidianità. Platone faceva entrare nell’Accademia solo chi aveva dimestichezza con la geometria; una scienza che richiama al tempo stesso questioni filosofiche ma che fornisce anche concreta risposta a tanti quesiti tecnologici. Dalla linea retta agli spazi che si curvano, i teoremi della geometria ci aiutano da sempre a rendere facile il difficile. Questo libro è il racconto di come la mente umana esplora la forma delle cose e da essa si lascia affascinare; un viaggio che inizia con Euclide e la geometria elementare, per arrivare a Riemann e alle teorie contemporanee, che forniscono alla fisica gli strumenti per capire l'universo e tentare di formulare una «Teoria del tutto».
 
M. Andreatta, La forma delle cose, Il Mulino 2019
 
Marco Andreatta
Professore Ordinario di Geometria dell’Università di Trento, ha iniziato la sua carriera di professore presso l’Università Statale di Milano. È stato professore visitatore presso le Università di Notre Dame (US), Varsavia (PL), Utah (US) e Bayreuth (DE) e presso i centri di ricerca Max Planck Institute (Bonn-DE), Newton Institute for Math. (Cambridge-UK), Math.Sc.Research Institute (Berkley-US). Il suo campo di ricerca principale è la Geometria Algebrica Proiettiva, disciplina centrale del panorama scientifico matematico contemporaneo che ha alte tradizioni nella scuola italiana. Negli ultimi anni ha lavorato anche nel campo della divulgazione scientifica, evidenziando il ruolo centrale della Matematica nello sviluppo della società. Autore di oltre 60 pubblicazioni scientifiche, ha tenuto numerose conferenze nei più prestigiosi convegni internazionali del settore. Direttore del Centro Internazionale di Ricerche Matematiche (CIRM), è Presidente del Museo di Scienze di Trento (MUSE).
 
Angelo Guerraggio
È professore ordinario di Matematica generale nell’Università dell’Insubria di Varese. Dirige il centro di ricerca PRISTEM all’Università Bocconi di Milano. Tra i suoi libri: 15 grandi idee matematiche (Bruno Mondadori, 2013) e La scienza in trincea (Cortina, 2015).