Jean-Guihen Queyras


Curiosità, diversità e una ferma focalizzazione sulla musica stessa caratterizzano l’attività artistica di Jean-Guihen Queyras.
Sia sul palcoscenico che nelle registrazioni, si ha a che fare con un artista completamente ed appassionatamente dedicato alla musica, il cui trattamento umile e senza pretese dello spartito ha lo scopo di riflettere la sua chiara e indistruttibile essenza. Le motivazioni interiori del compositore, dell'interprete e del pubblico devono essere tutte in sintonia tra di loro per ottenere un'esperienza concertistica eccezionale: Jean-Guihen Queyras ha appreso il suo approccio interpretativo da Pierre Boulez, con cui ha avuto una lunga collaborazione artistica.
Le sue esecuzioni di musica antica – come ad esempio nelle sue collaborazioni con la Freiburg Barok Orchestra, l’Akademie für Alte Musik Berlin ed il Concerto Köln – e di musica contemporanea sono ugualmente accurate.
Ha tenuto le prime esecuzioni mondiali di brani di Ivan Fedele, Gilbert Amy, Bruno Mantovani, Michael Jarrell, Johannes-Maria Staud e Thomas Larcher, per citarne alcuni.
Diretto dallo stesso compositore, Jean-Guihen Queyras ha registrato il Concerto per violoncello di Peter Eötvös in occasione del suo settantesimo compleanno, nel novembre 2014.
Jean-Guihen Queyras è membro fondatore del Quartetto Arcanto e si esibisce in trio con Isabelle Faust ed Alexander Melnikov; quest’ultimo è un partner regolare anche in duo, così come Alexandre Tharaud. Ha inoltre collaborato con gli specialisti di zarb Bijan e Keyvan Chemirani, per un programma dal tema mediterraneo.
La sua versatilità lo ha portato ad esibirsi in moltissime sale da concerto, festival ed orchestre che lo hanno invitato ad essere Artist in Residence, tra cui il Concertgebouw Amsterdam, il Festival d’Aix-en-Provence, il De Bijloke di Gent e la Wigmore Hall di Londra.
Jean-Guihen Queyras appare spesso con rinomate orchestra quali la Philadelphia Orchestra, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la Philharmonia Orchestra, l’Orchestre de Paris, la NHK Symphony Orchestra, la Gewandhausorchester e la Tonhalle Orchestra di Zurigo, collaborando con direttori quali Iván Fischer, Philippe Herreweghe, Yannick Nézet-Séguin, Ji?i B?lohlávek, Oliver Knussen e Sir Roger Norrington.
La discografia di Jean-Guihen Queyras è particolarmente corposa: le sue registrazioni dei Concerti per violoncello di Edward Elgar, Antonín Dvo?ák, Philippe Schoeller e Gilbert Amy sono state pubblicate con grande successo di critica. All’interno di un progetto Schumann per harmonia mundi, ha registrato l’integrale dei Trii per pianoforte con Isabelle Faust ed Alexander Melnikov e il Concerto per violoncello di Schumann con la Freiburg Barok Orchestra diretta da Pablo Heras-Casado. Un CD con il Concerto per violoncello di Schumann e il Trio per pianoforte n. 1 è stato pubblicato all’inizio del 2016. "THRACE - Sunday Morning Sessions", il CD più recente, è stato pubblicato nell’agosto 2016: registrato in collaborazione con i fratelli Chemirani e Sokratis Sinopoulos (lyra), esplora le intersezioni tra musica contemporanea, improvvisazione e tradizioni mediterranee.
Eventi della stagione 2016/17 hanno incluso un tour del Giappone con la Filarmonica Ceca diretta da Ji?i B?lohlávek ed impegni con la Chamber Orchestra of Europe diretta da Yannick Nézet-Séguin, la Gewandhausorchester diretta da Herbert Blomstedt e la City of Birmingham Symphony Orchestra diretta da Edward Gardner.
Jean-Guihen Queyras detiene una cattedra di insegnamento all’Università Musicale di Friburgo ed è Direttore Artistico del Festival “Rencontres Musicales de Haute-Provence” di Forcalquier. Suona su uno strumento di Gioffredo Cappa del 1696, su gentile concessione della Mécénat Musical Société Générale.
 
Giugno 2017

SITO DI JEAN-GUIHEN QUEYRAS
Ultimo aggiornamento: 03/07/17