Chiostri di San Pietro

foscarini:nardin:dagostin

There and Then - Cantando sulle ossa - Spic & Span

Chiostri di San Pietro

ore 17:00, Sala grigia, 1° piano
There and Then (15')
di e con Giorgia Nardin

ore 18:00, Sala grigia, 1° piano
Cantando sulle ossa (15')
di e con Francesca Foscarini
disegno luci Tiziano Ruggia - costume Federica Todesco

ore 19:00, Sala grigia, 1° piano
Spic & Span (20')
di foscarini:nardin:dagostin
in scena Marco D’Agostin, Francesca Foscarini, Giorgia Nardin
disegno luci Tiziano Ruggia, Luca Telleschi - editing musicale e ambienti sonori Tommaso Marchiori
Progetto vincitore della segnalazione speciale Premio Scenario 2011

Off-Balance. Danza contemporanea italiana #2 è realizzato in collaborazione con Aterdanza.

Foto Sofia Fernandez Stenstrom
There and Then indaga uno scarto di esistenza tra due stati: il primo è ciò che è conosciuto, che è intimo e personale; il secondo, proiettato verso l'esterno, è la meta da raggiungere. Tra i due poli, la parabola di un corpo in trasformazione, in tensione tra ciò che è accaduto e ciò che sta accadendo.
Cantando sulle ossa. Cosa succede quando la volontà abdica e il corpo si lascia guidare dal movimento stesso? Quando si abbandona al piacere di perdersi nella vastità e vuoto dello spazio? Si va cercando la giusta collocazione da dare al corpo, a quel corpo di cui rimangono solamente le ossa, tintinnanti come vetro.
“Spic & Span, un lavoro sulla bellezza. E sul suo contrario. Un lavoro per tre corpi. O per uno solo. Se esiste un modello, noi lo abbiamo seguito e rincorso, fino a inciamparci addosso.” (foscarini:nardin:dagostin)
La segnalazione speciale dalla giuria dell’ultimo Premio Scenario è stata conferita a Spic & Span “per la sua struttura drammaturgica costruita su un vocabolario gestuale dotato di ritmo, precisione e forza iconografica [...] Le scene si stagliano su un fondo bianco come fossero un fumetto pop e si nutrono di un immaginario non solo contemporaneo nella creazione di figure e pose, scelte musicali e sapienza compositiva”.

Francesca Foscarini, Giorgia Nardin e Marco D’Agostin si incontrano a Bassano del Grappa nel luglio del 2010. Nell’ambito del workshop Accademia Mobile di Emio Greco si ritrovano casualmente riuniti, con il compito di sviluppare una breve azione performativa. Affezionatisi al risultato di questo lavoro, desiderano proseguirne la ricerca attraverso il progetto Spic & Span.
:foscarini: (1982) danzatrice e giovane coreografa indipendente, finalista al Premio Giovani Danz’Autori Veneto 2009 con Kalsh.
:nardin: (1988) danzatrice e giovane coreografa indipendente, semifinalista al Premio Giovani Danz’Autori Veneto 2012 con Dolly.
:dagostin: (1987) attore, danzatore e giovane coreografo indipendente, vincitore del Premio Giovani Danz’Autori Veneto 2010 con Viola.