Teatro Cavallerizza
Sabato 11 novembre 2017 ore 20.30

Emanuele Arciuli / Andrea Rebaudengo - duo pianistico

Il suono del colore. Intorno a Kandinskij

Fattore K. Due concerti del Festival Aperto in occasione della mostra "Kandinsky --> Cage. Musica e Spirituale nell'Arte" / Fondazione  Palazzo Magnani, Reggio Emilia
 
Claude Debussy, En Blanc et Noir, per 2 pianoforti (1915)
Arnold Schönberg, Farben - da 5 Pezzi per orchestra op. 16 (1920, versione per 2 pf. di Anton Webern)
Igor Stravinskij, Concerto per 2 pianoforti (1935)
Georges I. Gurdjeff / Thomas De Hartmann, Rituals of a Sufi Order (estratti)
Aleksandr Skrjabin, Prometeo “Il poema del fuoco” (1910 - trascrizione per 2 pf. di Leonid Sabaneev)
 
Kandinskij assiste a Monaco, nel capodanno del 1911 a un concerto di Schönberg e trova un'immediata affinità tra quella musica, i propri dipinti e i gli ideali dell'opera d'arte totale che egli cerca di portare sulla scena teatrale. Un anno dopo, l'almanacco “Der blaue Reiter” ("Il cavaliere azzurro") diventa il manifesto estetico e spirituale del pensiero di Kandinskij e della cerchia di musicisti e pittori che anelano alla fusione di parola, suono e colore in una sublime sintesi. Il concerto condensa alcune fra le più significative esperienze del rapporto suono-colore, da Farben di Schönberg, al Prometeo di Skrjabin, a un frammento di Thomas de Hartmann (il musicista più legato a Kandinskij), dalle linee magistrali di Stravinskij, al colore miracoloso di Debussy, in un brano in cui il desiderio del trionfo della bellezza si accosta al furore bellico della prima guerra mondiale, che tanto ha segnato Kandinskij e i suoi contemporanei.