Sala degli Specchi del Teatro Valli

Carte blanche à Paolo Fresu /Terza giornata

Duo Fresu Ferra - Presentazioni, proiezioni, incontri

Sala degli Specchi del Teatro Valli
ore 15:00
Presentazione del libro
Paolo Fresu, In Sardegna. Un viaggio musicale, Feltrinelli, 2012

ore 15:45
Duo Fresu - Ferra - prima parte
Paolo Fresu tromba - Bebo Ferra chitarra elettrica

ore 16:15
Presentazione dell'audio-libro
Paolo Fresu e altri, Nidi di note, Gallucci, 2012

ore 16:45
Duo Fresu - Ferra - seconda parte

ore 17:15
Blindfold Test a Paolo Fresu
conduce Aldo Gianolio

Carte blanche à Paolo Fresu è una commisione I Teatri /Aperto

Duo Fresu - Ferra
L'affiatamento tra questi due artisti è tale da risultare sorprendente, per il mix tra novità assoluta e il profondo reciproco interplay. In comune Paolo e Bebo hanno certamente la Sardegna come terra di origine, ma non solo: emerge prepotentemente l’amore per la ricerca di inusuali effetti sonori (ricercati anche attraverso l’elettronica), per i contrasti tra impasti armonici e la loro rarefazione, per lo scambio continuo di ritmiche e cellule melodiche, in un’ottica di cura dell’equilibrio del suono anche nei momenti di improvvisazione più ardita.


Nato a Cagliari, Bebo Ferra inizia lo studio della chitarra all'età di 9 anni. Attivo da metà anni 80, in questi anni ha suonato e registrato con tanti esponenti di spicco del jazz, tra i quali Fresu, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Steve Grossmann, Maria Pia de Vito, Billy Cobham, Rita Marcotulli, Franco D’Andrea, Gianluigi Trovesi, Antonello Salis, Flavio Boltro, Jaribu Shahid… Nel 1991 vince il concorso nazionale Jazz Contest con il Sardinia Quartet. Ha inciso circa ottanta dischi, di cui una quindicina come leader e co-leader. Ha partecipato ai più importanti festival italiani e stranieri e attualmente dirige diverse formazioni a suo nome. Fa parte da anni del Devil Quartet di Paolo Fresu e del gruppo Apogeo di Giovanni Tommaso.

Paolo Fresu inizia lo studio della tromba all'età di 11 anni nella Banda Musicale del paese natale e dopo varie esperienze di musica leggera nel 1980 scopre il jazz. Due anni dopo inizia l'attività professionale registrando per la Rai sotto la guida di Bruno Tommaso e frequentando i Seminari di Siena jazz. Nel 1984 si diploma in tromba presso il Conservatorio di Cagliari e nello stesso anno vince i premi RadioUno jazz, Musica jazz e RadioCorriere TV come miglior talento del jazz italiano. Nel 1990 vince il premio Top Jazz' indetto dalla rivista “Musica jazz” come miglior musicista italiano, miglior gruppo (Paolo Fresu Quintet) e miglior disco (premio Arrigo Polillo per Live in Montpellier), nel 1996 riceve il premio come miglior musicista europeo dalla Académie du Jazz di Parigi e il prestigioso Django d’Or come miglior musicista jazz europeo, e nel 2000 la nomination come miglior musicista internazionale... Sono solo i primi di una lunga serie di riconoscimenti che proseguono nel presente musicale.
Docente e responsabile di importanti realtà didattiche nazionali e internazionali, ha suonato in ogni continente e con i nomi più importanti della musica afroamericana degli ultimi 30 anni: Franco D'Andrea, Giovanni e Bruno Tommaso, Enrico Rava, Antonello Salis, Enrico Pieranunzi, Giorgio Gaslini, Gianluigi Trovesi, Kenny Wheeler, Gerry Mulligan, Dave Liebman, Dave Holland, John Zorn, John Abercrombie, Ralph Towner, Richard Galliano, Michel Portal, Trilok Gurtu, Günther Schuller, Jim Hall, Uri Caine, Gil Evans Orchestra, Toots Thielemans, Omar Sosa, Carla Bley, Steve Swallow, etc.
Ha registrato oltre 350 dischi, di cui quasi un centinaio a proprio nome o in leadership, e altri in collaborazioni internazionali (per etichette francesi, tedesche, giapponesi, spagnole, olandesi, svizzere, canadesi, greche) spesso lavorando su progetti stilisticamente misti: jazz-musica etnica, world music, musica contemporanea, musica leggera, musica antica; collaborando tra gli altri con Michael Nyman, Evan Parker, Farafina, Ornella Vanoni, Alice, Negramaro, Stadio, etc. Molte sue produzioni discografiche hanno ottenuto premi in Italia e all'estero. Nel 2010 ha fondato la sua etichetta discografica Tuk Music.
Dirige il Festival Time in Jazz di Berchidda, il festival di Bergamo ed è direttore artistico e docente dei Seminari jazz di Nuoro.
È stato più volte ospite in grandi organici quali la Grande Orchestra Italiana, l'ONJ Orchestre Nationale du Jazz francese, la NDR - Orchestra della Radio tedesca di Amburgo, l’italiana Instabile Orchestra, la PJMO dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, l’Orchestra Sinfonica della Rai, l’Orchestra dell’Arena di Verona. Ha coordinato numerosi progetti multimediali, collaborando con attori, danzatori, pittori, scultori, poeti, e scrivendo musiche per film, documentari, video, o per il balletto o il Teatro.
Nel 2011, per festeggiare i propri 50 anni ha realizzato “50 Anni Suonati”, incredibile maratona concertistica di 50 concerti in giro per la Sardegna. Oggi è attivo con una miriade di progetti che lo vedono impegnato per oltre 200 concerti l’anno, pressoché in ogni parte del globo. Vive tra Parigi, Bologna e la Sardegna.