Teatro Municipale Valli
Mercoledì 22 aprile 2020
ore 20.30

Camerata Salzburg
Renaud Capuçon, violino

Beethoven: Romanza n. 1 in sol maggiore per violino e orchestra, op. 40
Beethoven: Romanza n. 2 in fa maggiore per violino e orchestra, op. 50
Beethoven: Sinfonia n. 1 in do maggiore, op. 21
Beethoven: Concerto in re maggiore per violino e orchestra, op. 61


Lo stile musicale distintivo di Camerata Salzburg si è formato nell’arco di sei decadi, attraverso le continue collaborazioni con rinomati musicisti del calibro di Géza Anda, Sándor Végh, Sir Roger Norrington, Sir András Schiff e molti altri. Nella città natale diMozart l’orchestra è presenza costante al Festival di Salisburgo e alla Settimana Musicale di Mozart. Si esibisce regolarmente in importanti sale europee, nei Festival di Aix-en-Provence e di Lucerna. A Reggio Emilia potremo ascoltarla insieme al violinista francese Renaud Capuçon, interprete che sa trasfigurare la propria straordinaria perizia tecnicain sciolta, variegata sensibilità. Il programma monografico ci restituisce l’immaginemeno consueta di Beethoven: quella di un creatore aperto e comunicativo. Tutto l’opposto dell’icona accreditata di inventore possente, scontroso e tormentato. Ma non è da dimenticare che qualsiasi tono prendesse il suo contegno, il nostro gigante illuminista e progressista fu sempre animato da un solo movente ispiratore: l’amore per l’umanità.

I musicisti di Camerata Salzburg sono pieni di energia rivoluzionaria e potenzialità utopica, senza compromessi individuali, audaci e moderni - eppure classicamente rigorosi.
“Salzburger Nachrichten”