Biografia Renaud Capuçon


Direttore Artistico del Festival di Pasqua di Aix-en-Provence
Direttore Artistico del Festival Sommets Musicaux di Gstaad
Direttore Artistico dei Lausanne Soloists
Direttore Artistico del Long Thibaud Crespin International Competition 2018
 
Il violinista francese Renaud Capuçon si è affermato a livello internazionale come solista e musicista da camera. E’ conosciuto e amato per il suo equilibrio ed il suo virtuosismo e collabora con le orchestre, gli artisti, le sale da concerto e i festival più prestigiosi del mondo.
Nato a Chambéry nel 1976, Renaud Capuçon ha iniziato gli studi musicali al Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi all’età di quattordici anni, vincendo numerosi riconoscimenti nei cinque anni che vi ha trascorso. In seguito si è trasferito a Berlino per studiare con Thomas Brandis e Isaac Stern ed ha ricevuto il Prize of the Berlin Academy of Arts.
Nel 1997 è stato invitato da Claudio Abbado per diventare primo violino della Gustav Mahler Jugendorchester, dove è rimasto per tre anni collaborando con direttori quali Pierre Boulez, Seiji Ozawa, Franz Welser-Möst e Claudio Abbado.
Da allora, Renaud Capuçon si è affermato come solista ai più alti livelli. Si esibisce con le più rinomate orchestre del mondo, tra cui i Berliner Philharmoniker, la Filarmonica di Vienna, la London Symphony Orchestra, la Chamber Orchestra of Europe, l’Orchestre National de France, l’Orchestre Philharmonique de Radio France, la Filarmonica della Scala, la Boston Symphony e la New York Philharmonic. Ha collaborato e collabora con direttori del calibro di Valery Gergiev, Daniel Barenboim, Semyon Bychkov, Stephan Dénève, Christoph von Dohnanyi, Gustavo Dudamel, Christoph Eschenbach, Bernard Haitink, Daniel Harding, Paavo Järvi, Andris Nelsons, Yannick Nézet-Seguin, François-Xavier Roth, Lahav Shani, Robin Ticciati, Jaap van Zweden e Long Yu.
Eventi della stagione 2018/19 prevedono esibizioni con i Wiener Symphoniker, l’Orchestre de Paris, la Filarmonica di Rotterdam, la Camerata Salzburg, la Konzerthausorchester Berlin, la New York Philharmonic, la National Symphony Orchestra, la New World Symphony ed un tour europeo con la Sinfonica di Sydney.
Un grande impegno ed interesse nella musica da camera lo hanno portato a collaborare con artisti del calibro di Martha Argerich, Nicolas Angelich, Daniel Barenboim, Yuri Bashmet, Yefim Bronfman, Khatia Buniatishvili, Hélène Grimaud, Yoyo Ma, Maria João Pires, Daniel Trifonov e Yuja Wang, così come insieme a suo fratello, il violoncellista Gautier Capuçon, in festival internazionali rinomati quali Lucerna, Verbier, Aix-en-Provence, Roque d’Anthéron, San Sebastián, Stresa, Salisburgo, Edimburgo e  Tanglewood. E’ inoltre Direttore artistico dei Sommets Musicaux de Gstaad dal 2016 e del Festival di Pasqua di Aix-en-Provence, che egli stesso ha fondato nel 2013.
Renaud Capuçon ha costruito una vasta discografia e registra esclusivamente con Erato/Warner Classics. Le pubblicazioni più recenti includono una registrazione dei due Concerti per violino di Bartok con LSO/Roth, Brahms e Berg con la VPO/Harding e musica da camera di Debussy. La sua ultima registrazione, intitolata "Au Cinema", contiene selezioni molto amate della musica da film ed è uscita nell'ottobre 2018.
Nel 2017, Renaud Capuçon ha fondato un nuovo ensemble, i Lausanne Soloists, composto da studenti attuali e precedenti della Haute École de Musique de Lausanne, dove detiene una cattedra dal 2014. Suona il violino Guarneri del Gesù 'Panette' (1737), che apparteneva a Isaac Stern.
Nel giugno 2011 è stato nominato "Chevalier dans l'Ordre National du Mérite" e nel marzo 2016 "Chevalier de la Légion d'honneur" dal governo francese.
 
Ultimo aggiornamento: 07/06/19