Biografia Emanuel Ax


Nato a Lvov, in Polonia, Emanuel Ax si è trasferito con la sua famiglia a Winnipeg, in Canada, quando era ancora bambino. I suoi studi alla Juilliard School sono stati supportati dall’Epstein Scholarship Program del Boys Club of America. In seguito, ha ricevuto uno Young Concert Artists Award. Ha inoltre frequentato la Columbia University dove ha conseguito una specializzazione in letteratura francese. Emanuel Ax si è imposto sulla scena internazionale per la prima volta nel 1974 con la vittoria della prima edizione del ‘Concorso Pianistico Internazionale Arthur Rubinstein’ a Tel Aviv, mentre nel 1979 ha ricevuto l’ambito Avery Fisher Prize.
 
La stagione 2018/19 comincia con concerti a Vienna, Parigi e Londra insieme a Leonidas Kavakos e Yo-Yo Ma con in programma i Trii di Brahms recentemente pubblicati da Sony Classical. Negli Stati Uniti ritorna a collaborare con le orchestre di Cleveland, Chicago, New York, Philadelphia, San Francisco, Los Angeles, Minneapolis, Washington, Detroit, Pittsburgh, Nashville e Portland e appare in recital alla Carnegie Hall. In Europa sono previsti impegni con Rotterdam Philharmonic, Royal Concertgebouw Orchestra ad Amsterdam, Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Rome, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin e le Orchestre delle Radio di Amburgo, Hannover e Monaco, oltre a una tournée con la Budapest Festival Orchestra in Belgio, Francia e Italia. Emanuel Ax terrà alcuni recital in Europa che culmineranno con un concerto speciale insieme a Sir Simon Keenlyside e il Dover Quartet alla Wigmore Hall nel giugno 2019.
 
Negli ultimi anni Emanuel Ax ha concentrato la sua attenzione sulla musica dei compositori del ventesimo secolo, tenendo le prime esecuzioni mondiali di opere di John Adams, Christopher Rouse, Krzysztof Penderecki, Bright Sheng e Melinda Wagner. Ha recentemente aggiunto al suo repertorio il Concerto per Pianoforte di HK Gruber e Impromptus di Samuel Adams.
 
Emanuel Ax registra in esclusiva per Sony Classical dal 1987. Di recente sono stati pubblicati i Trii di Mendelsshon con Yo-Yo Ma ed Itzhak Perlman, il melodramma ‘Enoch Arden’ di Strauss narrato da Patrick Stewart e un CD con le musiche per due pianoforti di Brahms e Rachmaninov, eseguite con Yefim Bronfman.
Nel 2015 Deutsche Grammophon ha pubblicato un album registrato con Itzhak Perlman contenente le Sonate di Fauré e Strauss, programma che i due artisti hanno portato in tournée nella stagione 2015/16.
Ha ricevuto un Grammy Award per il secondo e terzo volume del ciclo delle Sonate di Haydn. Ha inoltre effettuato una serie di registrazioni, premiate da Grammy Award, delle Sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven e Brahms insieme a Yo-Yo Ma.
Altre registrazioni includono i Concerti di Liszt e Schoenberg, la prima incisione di Century Rolls di John Adams con la Cleveland Orchestra (per l’etichetta Nonesuch), tre album dedicati a Brahms e uno dedicato ai tanghi di Astor Piazolla.
Nella stagione 2004/05 Emanuel Ax ha dato il suo contributo ad un documentario, prodotto dalla BBC e premiato con un Emmy Award, per commemorare l’Olocausto, diffuso nel sessantesimo anniversario della chiusura di Auschwitz.
 
Molto attivo anche in ambito cameristico, ha collaborato regolarmente con artisti del calibro di Young Uck Kim, Cho-Liang Lin, Yo-Yo Ma, Edgar Meyer, Peter Serkin, Jaime Laredo e Isaac Stern.
Emanuel Ax vive a New York con la moglie, la pianista Yoko Nozaki, ed i figli Joseph e Sarah. È membro dell’Accademia Americana delle Arti e delle Scienze e tiene dottorati a titolo onorario presso la Yale University e la Columbia University.
 
Ultimo aggiornamento: 06/06/19