Biografia Aaron Pilsan


Nominato nel 2011 “Miglior artista dell’anno” dalla rivista tedesca Fono Forum, nel 2014 è stato selezionato per il “Rising Star” tour dalla European Concert Hall Organization (ECHO) che gli ha permesso di esibirsi nelle sale da concerto più prestigiose d’Europa.
È ospite di numerosi festival, inclusi Menuhin Festival Gstaad, Schubertiade, Schwetzingen Festival, Bregenz Festival, Musikfest Bremen, Klavierfestival Ruhr, Mozartfest Wurzburg, Mecklenburg-Vorpommern Festival e Kissinger Sommer festival. In Europa, ha suonato alla Concertgebouw di Amsterdam, al Palais des Beaux Arts di Bruxelles, alla Boulez Saal di Berlino, alla Konzerthaus di Vienna, alla Philharmonie di Parigi e di Lussemburgo.
Spesso in formazione da camera, ha suonato con Kian Soltani, Isabelle Faust, Sharon Kam, con lo Szymanowski Quartet e con il Quartetto di Cremona. Oltre a lavori del repertorio classico e romantico, si dedica anche alla musica contemporanea. Collabora regolarmente con Jörg Widman e Thomas Larcher, e di recente ha eseguito in prima mondiale il brano per violoncello e pianoforte di Reza Vali, alla Boulez Saal di Berlino.
Ha già inciso per l’etichetta francese Naïve lavori di Schubert e Beethoven, ricevendo ottime recensioni dalla rivista Gramophone. A febbraio 2018 è uscito il CD Home realizzato con il violoncellista Kian Soltani e con lavori di Schubert e Schumann.
È nato nel 1995 a Dornbirn, in Austria, e ha iniziato a suonare il pianoforte quando aveva cinque anni. Ha studiato con Karl Heinz Kämmerling al Mozarteum di Salisburgo e con Lars Vogt, che lo segue tutt’ora. Ha ricevuto borse di studio dalla fondazione svizzera “Orpheum”, studia alla Mozart Gesellschaft di Dortmund, e ha ricevuto il “Förderpreis Deutschlandfunk” nell’agosto 2017.
Ultimo aggiornamento: 07/06/19