Teatro Ariosto
Mercoledì 16 ottobre 2019, ore 20.30

Richard Siegal / Ballet of Difference at Schauspiel Koln

New Ocean

Thomas Schermer
ccoreografia e scena Richard Siegal
costumi Flora Miranda
luci/video Matthias Singer
musica Alva Noto e Ryuichi Sakamoto
drammaturgia Tobias Staab
danzatori Margarida De Abreu Neto, Jemima Rose Dean, Gustavo Gomes, Mason Manning, Andrea Mocciardini, Claudia Ortiz Arraiza, Zuzana Zahradnikova, Long zou
produzione Schauspiel Köln and Tanz Köln - con il sostegno di NEUE WEGE / NRW KULTURsekretariat e Ministero della Culture e Scienza dello Stato del North Rhine-Westphalia, Dipartimento Arts and Culture della Città di Monaco, The Kunststiftung NRW - coproduzione Muffatwerk Munchen - in collaborazione con MilanOltre Festival
 
Definito il più innovativo ed entusiasmante dancemaker della sua generazione, Richard Siegal, coreografo già residente al Baryshnikov Arts Center di New York, al Muffatwerk di Monaco di Baviera e alla Festspielhaus di St. Pölten, insignito con il Dance and Performance Bessie Award e il prestigioso premio tedesco Faust, ha fondato nel 2016 “Ballet of Difference”, compagnia di dodici talentuosi danzatori provenienti dalle più prestigiose compagnie internazionali.
New Ocean – la sua prima coreografia a serata intera – si ispira alla leggendaria creazione Ocean di Merce Cunningham (1919-2009), di cui nel 2019 si festeggia il centenario dalla nascita, che fu l’ultima collaborazione del coreografo con il compositore John Cage.
Ispirato al linguaggio formale di Cunningham, la cui coreografia era organizzata in maniera circolare e strutturata matematicamente in 128 frasi, Siegal cerca di rompere la forma cerchio – quasi un riflesso della condizione socio-eco-politica del presente – per far sì che il caos si introduca nell’universo. Da un punto di vista musicale, la ricerca di Siegal parte da John Cage, per creare una nuova composizione che, includendo le registrazioni originali del compositore americano, possa essere un’esperienza immersiva per il pubblico attraverso la musica dell'album utp_, frutto della collaborazione di Alva Noto, Ryuichi Sakamoto e Ensemble Modern