Teatro Municipale Valli
Sabato 30 settembre 2017 ore 20.30

Ballet de l'Opéra de Lyon

Trois Grandes Fugues - prima ed esclusiva nazionale 

Grande Fugue
coreografia Lucinda Childs
musica Ludwig van Beethoven, Die Grosse Fuge op.133
scenografia, luci e costumi Dominique Drillot

durata 19 minuti circa

intervallo

Die Grosse Fuge
coreografia Anne Teresa de Keersmaeker 
musica Ludwig van Beethoven, Die Grosse Fuge op.133
scene e luci Jan Joris Lamers
costumi Rosas

durata 18 minuti circa

Grosse Fuge
coreografia Maguy Marin
musica Ludwig van Beethoven, Die Grosse Fuge op.133 
costumi Chantal Cloupet
luci François Renard

durata 19 minuti circa

Durata spettacolo: un'ora e 30 minuti circa con un intervallo

Il Ballet de l’Opéra de Lyon, prestigiosa compagnia di formazione classica votata alla danza contemporanea,  presenta Trois Grandes Fugues, un confronto appassionante sulla personale lettura della Grande Fuga di Ludwig van Beethoven di tre figure simboliche della coreografia post-moderna e contemporanea, Lucinda Childs, Maguy Marin e Anna Teresa de Keersmaeker.
La serata, in prima ed esclusiva nazionale, affianca la recente versione (commissionata appositamente dalla compagnia francese), dell’americana Lucinda Childs per dodici danzatori suddivisi in sei coppie e su una trascrizione per orchestra ad archi, a quella di Maguy Marin, considerata una pietra miliare del rapporto tra musica classica e danza contemporanea - “un’esplosione euforica eseguita da quattro danzatori vestiti di rosso sangue che, come attraversati dalle corde del quartetto, saltano, si accasciano, si risollevano e si contorcono in un turbine vitale […]” - mentre la versione di A. T. de  Keersmaeker si distingue per le frasi gestuali disegnate nello spazio con lo stesso rigore contrappuntistico del quartetto di Beethoven, affidate ad interpreti per lo più maschili, con i quali “comporre un vocabolario maschile, non classico e con una connotazione sessuale”.