DON GALLO PORTA IN SCENA SAVONAROLA

Spazio all'impegno civile e alla voce fuori dal coro di don Andrea Gallo. Il sacerdote "fuori dalle righe" porta in scena le prediche di Girolamo Savonarola, con lo spettacolo "Io non taccio" domenica 24 marzo 2013, alle ore 20.30 al Teatro Ariosto.

Un reading in cui gli scritti dell’eretico scomunicato da Alessandro VI e condannato al rogo in pubblica piazza per eresia, prendono corpo e voce nel "prete anarchico", da sempre attivo e vicino agli ultimi e agli emarginati senza timore di entrare in conflitto con la dottrina ufficiale della chiesa, con la società o la cultura dominante.
 
Predicatore in Firenze, Savonarola pronunciava brucianti sermoni contro la tirannia dei Medici, la sete di potere e le depravazioni della Chiesa e di papa Alessandro Borgia. Accusato di eresia, venne torturato a lungo. Poi il pontefice firmò la sua condanna perché colpevole di essere «eretico, scismatico e (…) aver predicato cose nuove». Da “Io non taccio” emerge l’animo inquieto, l’andare oltre i limiti dei soliti schemi convenzionali, l’essere vera espressione dello spirito di un tempo travagliato, ricco di antitesi e di lotte. Una descrizione che coglie nel profondo i tratti caratteristici di entrambi i suoi protagonisti: Savonarola e Don Gallo. “Io non tacerò mai. / Io non porrò mai fine alle parole… / Io non darò mai riposo a questa voce. / Ho speso la vita per dire ciò che andava detto. / Ho dato la forza, il sudore, la vita. Ho dato la mente e ho dato la voce”. Don Andrea Gallo è l’interprete più appropriato per dar voce alle parole roventi di Savonarola.

La piece è l'occasione per scoprire l'attualità di scritti di cinque secoli fa che appaiono ancora applicabili ai nostri tempi.
L’Italia grottesca e ridicola, governata dai tiranni, la Chiesa attanagliata dai vizi diventati normalità, gli uomini rimasti soli nella loro individualità per cui non c’è più alcun interesse al bene comune. Don Gallo si conferma uno straordinario narratore, capace di smuovere le coscienze e far riflettere. In scena con due musicisti e una scenografia minimalista, il protagonista usa le parole di Savonarola come leva per incrinare le certezze e mettere in discussione la società, in maniera originale e inaspettata.
Il reading è tratto dall’omonimo libro di don Andrea Gallo, con l’adattamento di Stefano Massini e con C-Project, Valentino Corvino (voce e live electronics), Stefano Albarello (voce e liuto). Mise en espace Angelo generali, Luci Stefano Delle Piane, Musiche Valentino Corvino. Prodotto da Promomusic.
 
Biglietti in vendita alla Biglietteria dei Teatri

PREZZI

platea centrali     20,00 €        
laterali e galleria 16,00€   

Sconti per possessori Tessera Zeroventisette
Ultimo aggiornamento: 03/09/13