SoL# - Sabati o Lunedì contemporanei

Concerti con parole


 
“Quando la musica è ascoltata, il tempo le si rapprende intorno in un lucente cristallo.”
(Theodor W. Adorno, Filosofia della musica moderna)
 
Un percorso nel Festival Aperto: alcuni pomeriggi del sabato e alcune sere del lunedì si esplorano musiche contemporanee, si naviga l’ascolto: un bel modo di impiegare il tempo e coltivare lo spirito. Concerti illustrati con parole, in cui saranno i musicisti stessi a fare da guida in un viaggio insieme d’apprendimento e scoperta di mondi inusitati, pieni di invenzione. Linguaggi sonori trasmessi attraverso l’esperienza viva di chi li studia esegue e interpreta. Un orizzonte in cui il segno # non significa “hashtag” ma “diesis”.
Cinque concerti talmente diversi fra loro da restituire un’idea della vertiginosa varietà delle musiche contemporanee. Il quartetto d’archi, formazione classica per scritture moderne; le percussioni di legno, articolate come un’orchestra fantastica; la musica di Beethoven riscritta da compositori d’oggi; il Trovatore di Verdi tradotto nello stile ballabile della tradizione emiliana; l’insieme multimediale di dispositivi organizzato in una “sinfonia” tecnologica.

Con il mini abbonamento si potrà accedere a tutti e 5 i concerti con € 25 (anziché 35).
 
1.
30/09/2017 ore 18.00 - Teatro Cavallerizza
Quartetto Mirus / L’Arte della Fuga dalla Fuga (Beethoven, Szymanovski, Pärt, Maderna)

2.
9/10/2017, ore 20.30 - Teatro Cavallerizza
Simone Beneventi percussioni / Extended Wood Percussion Solo (Borzelli, Nova, Svensson, Donatoni)
 
3.
23/10/2017, ore 20.30 - Teatro Cavallerizza
Divertimento Ensemble. Sandro Gorli direttore / Variazioni sulle Variazioni Diabelli (33 compositori d’oggi rielaborano le 33 Variazioni Diabelli di Beethoven)
 
4.
28/10/2017, ore 18.00 - Teatro Cavallerizza
Concerto a fiato L'Usignolo / Il Trovatore ballabile (Verdi/Codeluppi)
 
5.
6/11/2017, ore 20.30 - Teatro Cavallerizza
Tempo Reale / Symphony Device
Ultimo aggiornamento: 25/07/17