Biografia di Jörg Widmann


Jörg Widmann, clarinettista, compositore e direttore d’orchestra è uno degli artisti più versatili e interessanti della sua generazione.
Durante la stagione 2014/15 è stato impegnato come solista con orchestre prestigiose quali Staatskapelle Berlin, Hamburger Philharmoniker, Bamberger Symphoniker, SWR Sinfonieorchester Baden-Baden e Freiburg, Gürzenich-Orchester Köln, Helsinki Philharmonic Orchestra e Deutsches Symphonie-Orchester di Berlino.
La Cleveland Orchestra, sotto la direzione di Franz Welser-Möst, ha dedicato un focus alle sue composizioni durante la recente tournée europea. Il pianista Yefim Bronfman, insieme ai Berliner Philharmoniker diretti da Sir Simon Rattle eseguirà la prima mondiale del suo primo concerto per pianoforte.
Widmann continua allo stesso tempo la sua stretta collaborazione con la Bamberger Symphoniker in qualità di Compositore in Residenza.
Quale musicista da camera si esibirà a Berlino (Ultraschall-Festival), Londra (Wigmore Hall), Zurigo (Tonhalle), Parigi (Opéra National de Paris), Amburgo (Laeizhalle), Amsterdam (Concertgebouw), Vienna (Konzerthaus), Tokyo (Toppan Hall), New York (Lincoln Center), accompagnato da artisti rinomati quali András Schiff, Elisabeth Leonskaja, Tabea Zimmermann, Carolin Widmann, Daniel Barenboim, Quartetto Hagen.
Oltre al ruolo di direttore principale ospite della Irish Chamber Orchestra, Jörg Widmann continua ad allargare le sue collaborazioni, come dimostra quella con la London Chamber Orchestra, prevista in questa stagione.
Come clarinettista, Widmann ha studiato con Gerd Starke e Charles Neidich e si esibisce regolarmente con orchestre di fama mondiale, e direttori d’orchestra del calibro di Christoph von Dohnányi, Sylvain Cambreling, Christoph Eschenbach, Kent Nagano e Franz Welser-Möst.
I concerti per clarinetto composti per lui e a lui dedicati includono Musik für Klarinette und Orchester di Wolfgang Rihm (1999) e Cantus di Aribert Reimann (2006).
Jörg Widmann è succeduto a Dieter Klöcker quale Professore di clarinetto alla “Hochschule für Musik” di Freiburg, dove ha una cattedra in composizione.
Widmann ha studiato composizione con Kay Westermann, Wilfried Hiller e Wolfgang Rihm.
Le sue composizioni continuano a ricevere riconoscimenti, tra cui il Belmont Award for Contemporary Music della Forberg Schneider Foundation nel 1999, lo Schneider-Schott Music Award e il Paul Hindemith Prize nel 2002, l’Arnold Schoenberg Prize dall’Arnold Schoenberg Centre, il Deutsches Symphonie-Orchester Berlin (2004), e il prestigioso Chamber Music Society del Lincoln Center’s Elise L. Stoeger Prize.
Nel 2003 ha ottenuto l’Ernst von Siemens Music Foundation e l’Honorary award al Munich Opera Festival.
La sua opera Das Gesicht im Spiegel è stata scelta da una giuria di esperti dell’Opernwelt magazine come la più importante opera prima della stagione 2003/04. Nel 2006 Widmann ha ricevuto il SWR Sinfonieorchester Baden-Baden und Freiburg’s composition Award e il Berliner Philharmoniker Academy’s Claudio Abbado Composition Award.
Le sue composizioni per quartetto d’archi I. Streichquartett (1997), Choralquartett (2003/2006), Jagdquartett (2003), IV. Streichquartett (2005) e Versuch über die Fuge (5° Quartetto per archi e soprano, 2005) sono entrate nel repertorio della musica da camera.
Widmann ha composto una trilogia per grande orchestra basata sul principio di trasferire forme vocali alla scrittura orchestrale. La trilogia è composta da Lied, Chor e Messe.
La sua composizione per orchestra Labyrinth è stata premiata nel 2005 dalla Deutsche Symphonie-Orchester Berlin; nel 2007 Pierre Boulez e i Wiener Philharmoniker hanno eseguito la prima assoluta di Armonica, mentre Christian Tetzlaff e la Junge Deutsche Philharmonie hanno interpretato per la prima volta il suo Violin Concerto.
Nel 2008 è stata la volta di Antiphon, eseguita per la prima volta dalla hr-Sinfonieorchester condotta da Paavo Järvi, del ciclo per pianoforte Eleven Humoresques, commissionato dalla Carnegie Hall di New York per Yefim Bronfman, e della composizione Con brio eseguita dalla Symphony Orchestra of the Bavarian Radio diretta da Mariss Jansons.
Nel marzo e aprile 2008 Widmann vive e lavora a Dubai per un progetto sostenuto dal Siemens Arts Program e il Goethe Institute, che ha poi portato alla prima mondiale di Dubairische Tänze a Berlino nel maggio 2009.
Am Anfang, l’opera realizzata da Widmann e dall’artista Anselm Kiefer per il ventesimo anniversario dell’Opéra Bastille, vede Widmann nel ruolo di compositore, clarinettista e – per la prima volta – di direttore d’orchestra.
La Cleveland Orchestra, diretto da Franz Welser-Möst esegue la prima assoluta per gli Stati Uniti del suo concerto per flauto, Flûte en suite, che viene successivamente eseguito in prima europea nella stagione 2012/13 dai Berliner Philharmoniker diretti da Sir Simon Rattle.
Durante la stessa stagione debutta la sua opera Babylon alla Bayerische Staatsoper con la direzione di Kent Nagano.
L’Alte Oper di Francoforte ospita sue composizioni durante l’Auftakt Festival, eseguite dalla hr-Sinfonieorchester diretta da Paavo Järvi.
Widmann è fellow della Wissenschaftskollegs a Berlino, Full member della Bayerischen Akademie of Schönen Künste e, dal 2007, della Freie Akademie der Künste di Amburgo, e della Deutschen Akademie der Darstellenden Künste.
Jörg Widmann vive e lavora a Friburgo e Monaco di Baviera.
 
Ultimo aggiornamento: 05/05/15