Teatro Municipale Valli

MÜNCHENER BACH CHOR
MÜNCHENER BACH ORCHESTER
HANSJÖRG ALBRECHT, direttore

J.S. Bach, Matthäus-Passion BWV 244

Andrea Lauren Brown (Soprano)
Olivia Vermeulen (Contralto)
Magnus Staveland (Arie, Tenore)
Bernard Berchtold (Evangelista, Tenor)
Christian Hilz (Arie, Baritono)  
Sebastian Noack (Jesus, Bariton)


Hansjörg Albrecht, direttore d'orchestra, organista e clavicembalista, è direttore artistico del Münchner- Bach Chor Orchester. Dirige inoltre regolarmente il Bach Collegium München e il C.P.E.- Bach- Chor Hamburg. Con queste formazioni ha progettato numerosi programmi per coro e orchestra sinfonica creando una tipologia programmatica nuova e articolata.
 
In qualità di direttore d’orchestra collabora con artisti quali Arabella Steinbacher, Sharon Kam, Annette Dasch, Vilde Frang, Simone Kermes und Klaus Florian Vogt, ma anche con complessi come l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, l’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, Prager Philharmonie, Bayerisches Staatsorchester, Münchner Rundfunkorchester, Hamburger und Münchner Symphoniker, Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, Kammerorchester C.P.E.-Bach Berlin, Moskauer Barockorchester, Bach Collegium Stuttgart und Gächinger Kantorei.
 
Parallelamente alla direzione d'orchestra, Hansjörg Albrecht si è anche costruito una reputazione internazionale come organista e clavicembalista. Si è esibito come solista in importanti sale da concerto e cattedrali: a Berlino, Colonia, Amburgo, Monaco, Praga, Riga, Madrid e New York, ed è stato ospite di orchestre quali la Israel Philharmonic Orchestra, la Los Angeles Opera Orchestra, l'Orchestre de la Swisse Romande, l'Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia di Roma, la Camerata Salzburg, la Czech Philharmonic Orchestra, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks.
In qualità di partner di musica da camera ha collaborato con Albrecht Mayer, Yaara Tal & Andreas Groethuysen, Andres Mustonen, Jean Guillou, Veronika Eberle e con il Kuss- Quartett.
 
Hansjörg Albrecht è nato a Freiberg / Sassonia, ha ricevuto la prima educazione musicale come membro del Kreuzchor Dresda. Successivamente ha studiato direzione d'orchestra e organo ad Amburgo, Lione e Colonia. Durante gli studi è stato assistente organista nella principale chiesa di Amburgo St. Michaelis dove è rimasto in carica per sette anni. Una collaborazione molto intensa si è sviluppata con il cantante e direttore Peter Schreier, del quale è stato assistente, organista e cembalista.
 
Dal 2006 un contratto esclusivo lega Hansjörg Albrecht all’etichetta OehmsClassics, dove, oltre alla collana da lui curata "Die Kunst der Orgeltranskription", ha registrato opere di Bach, Brahms, Mahler e Poulenc. Il sue interesse per la musica moderna è documentato inoltre da registrazioni di prime assolute, con le opere di Thierry Escaich, Enjott Schneider, Philipp Maintz, Pawel Szymanski und Rodion Schtschedrin. 

Dopo avere fondato il Münchener Bach Chor nel 1954, Karl Richter ha dato vita alla Münchener Bach Orchestra, rendendola ensemble leader a livello internazionale. L'orchestra ha raggiunto la sua fama prima di tutto con le sue interpretazioni di Bach durante i tour di concerti importanti da Parigi e da Mosca a Tokyo e New York.
 
Questo è stato completato da numerose registrazioni (Deutsche Grammophon), così come produzioni  televisione e radio - alcune con i cantanti e strumentisti eccezionali degli anni 1960 e 1970 (Dietrich Fischer-Dieskau, Fritz Wunderlich, Edith Mathis e Maurice André).  Contemporaneamente  sono stati registrati i grandi oratori, messe, opere cantate e lavori orchestrali di Bach, Händel, Mozart, Gluck e Beethoven.  Prima dell'avvento dell’esecuzione filologica, l'Orchestra Bach era quasi senza rivali nel suo campo.
 
I suoi direttori ospiti includono figure importanti come Leonard Bernstein e Bruno Weil, nonché lo specialista del Barocco Peter Schreier. Dopo Karl Richter e Hanns-Martin Schneidt, il giovane direttore, organista e clavicembalista Hansjörg Albrecht ha assunto la guida della rinnovata Orchestra, che ora continua la sua attività artistica con le esecuzioni filologiche, reinterpretando la grande tradizione della Munich Bach Orchestra.
Recentemente, la Münchener Bach Orchestra ha registrato "Canto della Terra" ("Das Lied von der Erde") di Mahler in una nuova versione per orchestra da camera e quattro solisti,  realizzata in occasione del centenario della sua prima esecuzione a Monaco. La programmazione attuale  comprende inviti al Festival di Baden-Baden Hall, a Bolzano e Merano e per il festival "Europäische Wochen Passau".

Fondata da Karl Richter nel 1954, il Münchener Bach Chor di Monaco ha ottenuto fama internazionale con tour di grandi concerti - da Parigi e Tokyo a Mosca e New York - e con le registrazioni con la Deutsche Grammophon.
Nel 1985 Hanns-Martin Schneidt diventa direttore e prosegue l’attività dando nuovo impulso musicale. Gli specialisti del Barocco, come Peter Schreier e Bruno Weil, e i principali direttori come  Leonard Bernstein e Oleg Caetani, hanno diretto, come ospiti,  con il coro.
All'inizio della Stagione 2005-2006  il giovane direttore Hansjörg Albrecht, "un colpo di fortuna per il Münchener Bach Chor", secondo la Süddeutsche Zeitung, è stato nominato come nuovo direttore musicale del coro. Egli ha conferito al coro un nuovo stile artistico, e una qualità del suono trasparente, costantemente evidenziato in ottime recensioni. Le prestazioni della Passione del San Matteo di Bach, il Venerdì Santo del 2006, che è stato trasmesso in diretta da Radio Bavarese, è stato accolto con entusiasmo dalla stampa: "Quando ma abbiamo sentito una così radicale, appassionata Passione di San Matteo ... "